Il disastro

Quando l’organizzazione di un evento, in questo caso festa privata, inizia nel peggiore dei modi finisce ancora peggio. Una festa esclusiva da organizzare per una delle donne più influenti della Valle D’Aosta con richiesta di donare una spilla a tutti gli invitati, durante la celebrazione finale. Ho effettuato l’acquisto direttamente online, cercando di trovare tutte le caratteristiche richieste e con prezzi scontati al fine di avere margine per varie ed eventuali.

Una volta che i prodotti sono arrivati in ufficio, la segretaria della donna mi ha contattata sul cellulare dicendomi che la festa non si sarebbe più fatta, senza alcuna spiegazione ulteriore.

Non mi sono fatta molti problemi ed ho chiamato subito la signora in questione, chiedendo motivazione e per elencare i vari danni in termini di soldi: è emerso che il mio modo di lavorare non fosse professionale e che lei volesse rivolgersi a qualcuno di “più qualificato”. La conversazione telefonica è durata un’ora e trenta minuti, condita da pochi aggettivi carini e frasi senza senso, terminando con un “addio”.

A quel punto ho dovuto disdire la sala, fermare il catering e chiedere il rimborso per la restituzione di tutti gli oggetti acquistati credendo di trovarmi all’interno di un incubo. Ho fatto inoltre prepare una lettera di reclamo con richiesta danni soprattutto in merito ai professionisti che lavorano con me, ogni giorno e per ogni evento. La segretaria mi ha fatto sapere, tramite breve e stizzita mail, che non ci sarebbero stati rimborsi a livello economico e di considerare l’interesse della donna nei confronti della nostra azienda, un regalo – un momento di celebrità.

Se devo essere sincera non riesco a spiegare il motivo di questo cambiamento di idea e soprattutto dei toni pochi carini, nessuno ha effettuato passi falsi. Una piccola nota positiva c’è: avendo sparso la voce tra i vari colleghi che operano nel mio stesso settore, nessuno si è voluto occupare della sua festa privata tanto da dover ricorrere ad un organizzatore francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *